Intervista a Matteo Rizzolo

By ottobre 11, 2019

Continuano le nostre interviste a professionisti del beverage. Oggi abbiamo intervistato Matteo Rizzolo, Head Mixologist del Mandarin Oriental, Milan. Ecco come ha risposto alle nostre domande.

D: Cosa ti piace di più del tuo lavoro?
R: Fare il barman è un po’ anche fare altri mestieri, perché spesso aiutiamo il cliente a risollevarsi da una giornata difficile, altre volte gli consigliamo cosa fare durante la serata oppure dove andare a mangiare; altre volte ancora dobbiamo capire se l’ospite ha più voglia di stare da solo. Alla fine della serata capisci se hai fatto bene il tuo lavoro in base a quante persone hanno lasciato il bar felici.

D: Qual è il cocktail a cui sei più legato e perché?
R: Ho sempre avuto un debole per il Martini Cocktail e le sue mille sfumature! Se devi disegnare in modo stilizzato un cocktail disegni un Martini, è il re dei cocktail! La difficoltà nel prepararlo sta paradossalmente nella sua semplicità, due ingredienti che devono bilanciarsi con l’esatta diluizione.

D: Quant’è importante il ghiaccio nei cocktail?
R: Quando parlo con qualcuno che si avvicina per la prima volta a questo mondo dico sempre che nei ricettari manca sempre un ingrediente fondamentale: la diluizione data dal ghiaccio. Con Ice Cube abbiamo trovato una materia prima eccellente, perché è privo di impurità e, grazie ai vari formati, possiamo ottenere la temperatura e la giusta quantità di acqua per bilanciare qualsiasi ricetta!

Matteo Rizzolo

cocktail ghiaccio

Grazie Matteo!