Intervista a Gerardo Oliva

By novembre 20, 2019

Continuano le nostre interviste a bartender e professionisti del beverage. Questa volta, abbiamo intervistato Gerardo Oliva, Bar Manager del Grand Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento.
Ecco come ha risposto alle nostre domande.

D: Cosa ti piace di più del tuo lavoro?
R: Sicuramente incontrare clientela di diverse nazionalità, diverse culture e ceti sociali è tra le cose più affascinanti di questo mestiere, ma anche regalare spensieratezza ed emozioni attraverso i drink mi rende entusiasta.
Bisogna inoltre saper ascoltare i clienti… Nel nostro lavoro si diventa un po’ “psicologi” poiché devi provare ad interpretare il loro stato d’animo ma nello stesso tempo non risultare invadente.
E poi mi piace sperimentare e cercare di essere sempre al passo con i tempi, seguire le nuove tendenze così da non annoiarmi mai!

gerardo oliva

D: Qual è il cocktail a cui sei più legato e perché?
R: Il mondo del whisky mi ha sempre affascinato per la materia prima, la complessità della lavorazione e i profumi che si respirano attorno alle distillerie.
Per questo motivo prediligo i cocktail stile Manhattan, Boulevardier o Penniciln dove nella miscelazione il whisky trova la sua massima espressione.
In foto trovate il “Roy”, una mia rivisitazione del Boulevadier.

image1

D: Quant’è importante il ghiaccio nei tuoi cocktail?
R: Il ghiaccio può sembrare un ingrediente scontato quando invece è tra i più fondamentali, indispensabile!
A mio avviso deve avere consistenza per la giusta diluizione, trasparenza per cocktail di design ed essere privo di impurità.

image0

Grazie Gerardo!