Intervista a Luigi Vitale

By gennaio 22, 2020

Continuano le nostre interviste a professionisti del beverage, che ci regalano sempre punti di vista interessanti sul mondo della mixology.

Oggi abbiamo intervistato Luigi Vitale, Food&Beverage Manager di The Westin Palace Milan, una struttura a 5 stelle a pochi passi da Castello Sforzesco. Ecco cosa ci ha detto.

D: Cosa ti piace di più del tuo lavoro?
R: Del mio lavoro mi piace la diversità degli ospiti che ogni giorno vengono a soggiornare o a consumare nei vari outlets F&B. Ogni giorno è bello perché diverso, pertanto non c’è rischio di annoiarsi, anzi questo adattarsi continuamente a persone nuove ci permette di sviluppare un lavoro taylor made su ogni ospite. Il fattore umano oggi è alla base di questa industry… chi capisce questa cosa prima di iniziare la propria giornata di lavoro è destinato al successo.

D: Qual è il cocktail a cui sei più legato e perché?
R: Sono legato al Negroni, un cocktail che adoro particolarmente nei gusti e nei colori. Amo il suo carattere e questa autenticità tutta made in Italy. Ad oggi credo che sia il drink che più ci rappresenta e quello che, come gran parte del made in Italy, è visto come icona anche all’estero.

D: Quant’è importante il ghiaccio nei cocktail?
R: Il ghiaccio è un elemento fondamentale per la riuscita di un ottimo drink. Sia dal punto di vista estetico che qualitativo, la scelta e la qualità del formato è indispensabile ai fini del cocktail.

Luigi Vitale

drink Luigi Vitale

Grazie Luigi!